Skip to content Skip to footer

Materia, Fatto in casa, diretto al mondo

Ecco gli ingredienti di un tessuto fatto in casa Busatti

Oggetti, macchinari, ambienti che si possono vedere nel vecchio materiale fotografico o nei filmati dell’immediato dopoguerra sono tuttora protagonisti della vita e nell’attività aziendale: la stessa lavorazione della lana viene fatta con macchine per cardare e filare che sono state realizzate immediatamente dopo la Prima Guerra Mondiale, così come i telai a navetta, di produzione in gran parte italiana e svizzera, datano a un periodo che va dal 1878 fino al 1960. Inoltre, la lana rustica utilizzata è di completa provenienza locale: Appennino Tosco Romagnolo, alta Umbria e Casentino. Ogni fase produttiva avviene in Italia: dalla tingitura alla filatura e tessitura.

Scegliere il meglio di ciò che è locale ci ha reso un’azienda con clienti globali

Il principio base è far capire alla gente che il modo di allestire una tavola, di preparare un letto, di arredare una casa e in definitiva di vivere alla maniera toscana, è un bel vivere. I colori riposano lo sguardo, le fibre naturali non portano allergia, i disegni rustici e quelli rinascimentali portano bellezza e cultura. Quando acquisti Busatti devi sapere che prendi una cosa non “usa e getta”, ma un bene che ti accompagnerà piacevolmente nell’arco di molti anni della tua vita.